Up Missione Albania Prev Next Slideshow

 Alla prima pagina  Immagine successiva  Pagina indice
 
 
 
 
 
  Francesca testimonianza.JPG  
Marco testimonianza
P1090021
P1090037
P1090040 - Copia
P1110070

La mia missione in Albania è cominciata più o meno due mesi prima della partenza, quando non a caso mi è stato chiesto di partire al posto di una ragazza che si era ritirata all’ultimo momento..ho pensato subito: io in Albania?..cosa avrebbe fatto una come me in Albania?..
Avevo paura di partire perché convinta di non essere capace di fare quello che mi  avrebbero chiesto…
Avevo paura di non essere all’altezza di una cosa così grande, pensavo “ma che testimonianza di Dio posso dare a quella gente io che sono solo all’inizio di un cammino di fede?”
Non sapevo che fare, ed ho cominciato a pregare, solo a Borgo S. Pietro, al ritiro prima della missione, una preghiera a S. Filippa mi ha messo nel cuore un “si”.
Non sapevo il perché della mia risposta, ma sapevo che dovevo partire.
Ero curiosa, forse desiderosa di conoscere il motivo di quel mio “si”così sicuro, il motivo per il quale il Signore mi aveva chiamata ad una cosa così più grande di me, cosa mi avrebbe rivelato.
In Albania era tutto così strano che sembrava quasi non fossi io, mi ero talmente abbandonata a Lui e all’esperienza che stavo facendo da non capire lì per lì le cose grandi che stava compiendo in me: ero serena e felice, tutto quello che mi veniva chiesto lo facevo senza mai chiedere il perché, senza mai avere paura di non farcela... sono stata con i bambini, poi l’approccio con i ragazzi più grandi, la visita alle famiglie nel villaggio povero di Malecaj, la mia testimonianza davanti ai ragazzi… sono riuscita a superare molti dei miei limiti e a fare cose che forse non avrei mai fatto, ho capito e sperimentato sulla mia pelle che è vero che con Lui si può tutto... sono stati giorni vissuti pienamente, giorni in cui i dubbi e le paranoie che di solito mi assalivano il cervello mi hanno abbandonata.
La Sua parola e le catechesi di Suor Antonia, che di solito erano per me motivo di turbamento perché davvero forti e sconvolgenti per la mia vita -in senso buono- in Albania sono state d’aiuto anche nei momenti più difficili. Abbiamo vissuto anche noi al limite delle nostre possibilità, anche e soprattutto nelle cose più piccole a cui di solito non prestiamo attenzione, come farsi la doccia una volta al giorno, soffrire il caldo in silenzio, stare bene anche con il minimo indispensabile. Abbiamo funzionato come gruppo perché era come se fossimo ognuno solo con se stesso in mezzo agli altri, ognuno con dentro quello che il Signore gli aveva messo nel cuore proprio lì proprio in quel momento, ed è per questo che siamo riusciti a mantenere l’armonia, l’amore la gioia tra di noi in modo tale da trasmetterla anche agli altri: perché qualunque cosa ognuno di noi faceva era frutto di quanto Lui gli aveva messo in cuore.  Abbiamo visto come grazie alle nostre testimonianze quei ragazzi, prima chiusi e freddi si sono aperti; abbiamo visto come, anche avendo molto meno di quello che abbiamo noi è bastata loro solo un po’ di fiducia e di amore da parte nostra per far accendere la speranza in quegli occhi spenti che avevamo visto all’inizio. Quei ragazzi, quei bambini, quelle famiglie che vivono una vita così povera di cose materiali mi hanno dato testimonianza di una grande ricchezza interiore, di grande coraggio, di fede e di speranza. In quegli abbracci, nei loro sguardi, nelle loro case, ho sentito forte la Sua presenza sempre e ovunque!
Ringrazio quelli che hanno permesso questo viaggio: tutta la fraternità delle Suore di Santa Filippa, il mio gruppo fantastico perché è stato degno testimone dell’amore di Dio non solo per quella gente ma anche e soprattutto per me, e ringrazio Suor Antonia per essere stata una madre fantastica e una guida preziosa in questa esperienza che sicuramente rimarrà nei nostri cuori portando molto frutto! E soprattutto tanta speranza e la certezza che Lui c’è.

                                                                                              Francesca, 19 anni, Notaresco (TE)

Download